Breve Storia dell'Aikido

 

Morihei UeshibaL'Aikido è un'arte marziale relativamente moderna, fu fondata dal Maestro Morihei Ueshiba (1883-1969) nel 1925, essa deriva dall'Aiki-jujutsu (Daitō-Ryū Aikijūjutsu) un'antica pratica di combattimento giapponese risalente all'epoca Kamakura (1185-1333) ch si suppone ideata da Minamoto Yoshitzune.

Il Maestro Uheshiba frequenta varie scuole e impara diversi stili di Bujutsu, però l'arte marziale che segnerà il suo cammino sarà l'Aiki-JujutSokaku Takedasu, che imparò dal Maestro Sokaku Takeda 35° successore della Scuola Daito, una delle più antiche e nobili scuole di bujutsu, e della quale divenne un profondo conoscitore.

Il cammino spirituale del Maestro Ueshiba fu invece profondamente segnato dall'incontro con Onisaburo Deguchi, carismatico fondatore della setta Onisaburo DeguchiOmoto-Kyo, che fece nascere in lui il desiderio di espandere un'arte esclusivamente di combattimento in una via (Do) comprensiva della ricerca spirituale in armonia con l'energia vitale dell'Universo.

A partire dagli anni '40,  la nuova disciplina viene ufficialmente riconosciuta dal governo giapponese, e fu adottato il nome di Aikido.


Koichi ToheiNel 1974, dopo la morte del Maestro Ueshiba, l’allora decimo dan e capo istruttore Koichi Tohei (Tokyo, 20 gennaio 1920 – Tokyo, 19 maggio 2011) decise di fondare un suo proprio metodo. Esso fu chiamato "shin shin toitsu Aikido" (che letteralmente significa "aikido con mente e corpo unificati") o più semplicemente Ki-Aikido, esso privilegia, oltre alla pratica marziale, un lavoro di ricerca esplicito sui principi del Ki, sulla loro applicazione alle tecniche dell’Aikido e alla vita quotidiana.

Kenjiro YoshigasakiTra gli allievi del Maestro Koichi Thoei spicca il Maestro Kenjiro Yoshigasaki (1951), designato dallo stesso Maestro Tohei  a rappresentare il Ki-Aikido in Europa. Nel 2002 il Maestro Yohigasaki fonda una sua  scuola la "Ki No Kenkyukai Association Internationale" che privilegia l'atto estetico dell'Aikido come strumento di sviluppo della percezione dell'essere umano nella sua totalità.

In Italia dalla seconda metà degli anni '70 vari maestri iniziano a seguire e a rendersi partecipi dell'evoluzione del ki-aikido tra questi c'è il Maestro Bruno Maule (Okuden 8° Dan) che e' il punto di riferimento del nostro Dojo. Altri maestri di spicco nel panorama italiano sono: M° Gianni Gioconto  (Okuden 8° dan), M° Carlon Renata (Okuden 7° dan), M°Rocco Mileto (Okuden 6° dan).

L'associazione Bassanese Ki-aikido.arteinmovimento, attiva dal 1991 é affiliata alla scuola internazionale del Maestro Kenjiro Yoshigasaki, che opera in Europa, Sud-America e Sud-Africa, con sede in Bruxell; essa inoltre é affiliata all’associazione C.S.E.N. (Ente di promozione Sportiva riconosciuta dal CONI e dal Ministero dell’Interno).